Musica...

domenica 25 aprile 2010

AFRODITE


Dea greca dell'amore, i romani la identificarono in Venere. Secondo Omero la dea è figlia di Zeus e di Dione. Un' altra versione, invece, racconta che Urano, mentre era in amplesso amoroso con Gea, fu scoperto da Crono che lo mutilò. Il membro staccatosi galleggiò sulle onde e poco a poco si trasformò in spuma bianca nella quale prese forma la divina fanciulla. Nata dal mare Afrodite veniva venerata dai naviganti non come Poseidone ma come colei che rende il mare tranquillo e la navigazione sicura. A lei era sacro il Delfino. Essa è la dea della primavera in fiore le sono sacre le rose e tante altre piante. Ma la primavera è anche la stagione degli amori quindi Afrodite viene collegata al matrimonio ed alla generazione dei figli, non fu mai la dea dell'unione coniugale come fu Era. Essa era piuttosto quella forza che spinge un essere verso l'altro con immenso desiderio. Afrodite era rappresentata col corpo cinto di rose e di mirto su un carro tirato da passeri, colombe e cigni. Suo era il cinto che rendeva irresistibile chiunque lo indossasse, in quanto vi erano intessute tutte le malie d'Afrodite.

1 commento:

Pianeta711 ha detto...

Di chi é il dipinto? Grazie