Musica...

giovedì 4 novembre 2010

Selene, Sibille, Siringa

SELENE
Dea della luna e sorella di Elio. Ebbe delle avventure con Endimione,
Pan e Zeus. col quale generò Pandia la lucente, personificazione del chiarore del plenilunio.



SIBILLE
col nome di Sibille, Greci e Romani designarono alcune donne ritenute profetesse ispirate dagli dèi.
Se ne annoverano di solito una decina:

la Cumana,
la Dèlfica,
la Líbica,
 la Sàmia,
l'Ellespòntica,
la Frigia,
la Pèrsica,
l'Eritrea,
la Tiburtina.

Più famosa di tutte fu la Sibilla Cumana, chiamata da Virgilio Deífobe.
Stava in una spelonca presso Cuma e dava responsi, scritti su foglie o orali,
che rimanevano sempre oscurissimi.



SIRINGA
Ninfa compagna di Artemide e che passava il tempo a cacciare con la dea. Un giorno Pan si innamorò di lei e Siringa per potere mantenere la sua verginità pregò le ninfe del fiume Ladone, che non riusciva ad attraversare, di aiutarla e le ninfe la mutarono in giunco. Quando Pan giunse al fiume usando quel giunco, costruì il flauto e lo chiamò Sirynx per ricordare la sua amata.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Afflitta fu la Vergine ai piedi della croce,
Aflitto mi vedo,
Aiutami Madre di Dio.
Confido in Dio con tutta la mia forza,
Quindi ti chiedo di illuminare il mio cammino
Concedendomi la grazia che tanto desidero
Di avere come prima a ___nome amato/a ___ amorevole,
Con ___nome amato/a___ crescere in salute
Formando in tre una gran famiglia benedetta per te, Madre mia.
Vergine mia ti prego, abbi pietà di me che tanto soffro
E concedimi che ____ nome amato/a_____ in questo momento di confusione
Senta tanto amore per me e un desiderio incontenibile
Di tenermi con se come sua sposa/o
Che concentri i suoi pensieri
In tutti quei momenti
Che abbiamo vissuto con felicità,
Con amore, con allegria, pace e armonia
E che desideri seguirmi finchè
Morte non ci separi quando saremo molto vecchi,
Che ___nome amato/a___
Desideri che io __ nome proprio__
Sia sua sposa per tutta la vita,
Lui il mio sposo
E io la madre dei suoi figli.
Ho bisogno di essere ogni giorno
La cosa piùimportante nella sua vita
E che non possa passare
Un solo giorno senza tenermi accanto a lui
A starmi vicino come come compagno
E più avanti come sua sposa.
Che mi dica sempre quali sono le cose
che non gli piacciono di me,
sapendo che cambierei qualsiasi cosa gli dia fastidio
Pur di renderlo felice
Ma che tenga in considerazione
che deve portare pazienza.
Quindi vi supplico Vergine mia
Che __ nome amato/a__
Non pensi ne veda un’altra donna
Con amore
Ne desiderio
Mai nella sua vita
E tanto meno a __ nome amante__
Fino a che non vedrà solo me in quel modo.
Ti supplico Vergine mia
che non si disperda tutto l’amore che ho da dare
E tutto quello che desidero
E’ renderlo immensamente felice.
Volgi il tuo sguardo su me mia Vergine Bendetta
Così sia e così sarà.
Grazie, amen.